top of page

Sahara


Quando il sole mattutino inizia a sorgere, mettendo in risalto le rocce nere e le sabbie rosate circostanti, le dune senza fine sembrano ripiegarsi una sull'altra, simili a una tovaglia gettata distrattamente su un tavolo. Migliaia di piccole increspature e di onde serpeggiano sulla loro superficie, costantemente scolpite e rilavorate dal vento incessante. Questo è il deserto del Sahara, una terra di aridità estrema, di orizzonti infiniti e di paesaggi severi, eppure meravigliosi. Attraversando il Sahara si resta colpiti dal silenzio: l'unico suono udibile è quello dei propri passi, il deserto sembra estendersi senza limiti e l'orizzonte appare identico in ogni direzione. Talvolta, in distanza, a spezzare la monotonia si profilano le palme di un'oasi, ma di solito sono visibili soltanto i colori pastello delle montagne e delle formazioni rocciose lontane. Le rocce più grandi sono scure, alcune addirittura nere, prove del vulcanismo che ha dato origine alla maggior parte della regione sahariana epoche fa.





67 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page